...MINI MEDIA...

...CONTATTARE IL CONSULENTE DI DIREZIONE...

 

 

Per un Imprenditore o per un Manager apicale, attivare il primo contatto con il Consulente

di Direzione è spesso faticosissimo : comporre quel numero di telefono, oppure scrivere

qualche riga di un messaggio E-mail, comporta uno sforzo titanico, quasi fosse una ulteriore

fonte di pensieri e preoccupazioni, e non una possibile sorgente di soluzioni...

 

C'è la errata sensazione che "chiamare un altro" sia come ammettere di aver mancato al

proprio compito, ufficializzare una sconfitta, sottoporsi ad un  giudizio capitale....

 

Ogni ragione (alibi) è utile per sottrarsi, per non agire, per rinviare :

 

...chissà quanto costa...

 

 

...ma perché dovrebbe riuscire ad aiutarmi...

...come fa a saperne più di me?...

...e spendo senza riscontro?...   

...ma la mia  Azienda è diversa...

...mi trovo in una situazione che nessuno mai...

 

 Ricordo un piccolo Imprenditore dell' alta Padovana che ebbe a dirmi : 

ma se lei risolve questo problema diventa più bravo di me… e questo

sarebbe per me troppo doloroso...

 

E' assolutamente necessario sdrammatizzare l' impatto : il Consulente di Direzione

è satellitare all' Impresa ed è osservatore esterno di gran parte degli "obblighi"

aziendali.

 

Necessità come Vendere...Produrre...Consegnare...Fatturare...Incassare...

sono obbligatorietà che debbono quotidianamente essere presidiate dall'

Imprenditore: direttamente o indirettamente...

 

A queste si aggiungono il fisco, le norme e i regolamenti, gli obblighi e le scadenze 

di legge, le necessità di essere al passo con i tempi, ecc, vincoli ai quali l' Impresa

non puo' sottrarsi.

 

Il Consulente Manageriale, Partner satellitare, renderà disponibili le proprie

competenze ed esperienze alla fruizione dell' Impresa : si tratta di differenziali

aggiuntivi non certo di alternative alla cultura ed alla storia aziendale ! 

 

Un simpaticissimo Manager romano sintetizzò : se io potessi dedicare a certe

cose il tempo che ha lei...

 

Abbattiamo dunque le resistenze che frenano il confronto con il Consulente !

 

Ancora più "complicato" è l' avvicinamento al Temporary Manager, utile nei casi

in cui l' Impresa abbisogni di continuità ed esclusività di affiancamento : ma di questo

parleremo in altra occasione.

 

Buona giornata

 

Gianni Berardi - BerardiePartners

....LA RISERVATEZZA....

 

Attivare un servizio di Consulenza di Direzione significa, tra l' altero, condividere con un

..."Terzo"...  anche alcuni dati sensibili e riservati dell' Azienda : è un atto importante

che pretende reciproca lealtà e segretezza.

 

 Per questo, il Consulente di Berardi&Partners prima di richiedere e/o ricevere dati ed

informazioni relativi alla Impresa, propone alla stessa la sottoscrizione di un sintetico

Accordo di Riservatezza - N.D.A. -Non Disclosure Agreement.

 

L' accordo, che verrà firmato da entrambi i Partners, si aggiunge e conferma la 

serietà e la professionalità del Consulente e della Consulenza .

 

Proponiamo un testo assai leggero e trasparente nella convinzione che non servano

elaborati di decine di pagine, ma  principi ben chiari, condivisi da Imprenditore e

Consulente.

 

Pensiamo che Consulente ed Imprenditore NON siano, rispettivamente, un Fornitore

ed un Cliente ma due Partners : dov'è la differenza ?

 

I Partners perseguono, condividendoli, gli identici obiettivi. 

 

E' una delle ragioni per la quali non proponiamo un N.D.A. leguleio ma una scrittura

che condensi gli interessi, reciproci e speculari, dei due soggetti.

 

Alla prossima

 

Berardi&Partners

 

 

 

...E' IL MOMENTO...

La opportunità di contattare il Consulente di Direzione

si verifica soprattutto in due occasioni :

 

 1) Obiettivi da raggiungere che invece sfuggono... 

2) "Mal di Pancia"... cioè sofferenze aziendali

 

Capita che gli obiettivi, pur generati da

geniali intuizioni imprenditoriali,

presentino carenze analitiche, oppure organizzative,  o di pianificazione...

 

In questo modo diventano difficilmente raggiungibili : nei modi, nei tempi, e nei

risultati attesi...

 

 

Pensando ai "Mal di Pancia" il pensiero corre immediatamente alle difficoltà del

Conto Economico, ed in effetti è una delle cause più frequenti, ma non l' unica!

 

Lo sviluppo dell' Impresa non sempre viene affiancato dalla crescita o comunque

dai necessari adeguamenti strutturali/organizzativi, e questa ragione è più

diffusa di quanrto si possa pensare...

 

Capitano evenienze di trasmissione generazionale, che, se ben preparate consentono

all' Azienda di far parte del modesto 24% di Imprese che sopravvivono ai cambi

generazionali... in caso contrario hanno esiti disastrosi...

 

E che dire delle  micro-conflittualità del Management o della Compagine? 

Solitamente affliggono Aziende dal Conto Economico ordinato, generando il rischio di

sperperare i sacrifici ed i successi di una vita...

 

In tutti i casi visti, ed in altri qui non nominati, potrebbe essere utile un primo colloquio

con un Consulente di Berardi&Partners.

 


Non costa nulla ed ha alta probabilità di identificare ed evidenziare le sorgenti

della/e criticità.

 

A bientôt!

 

 

Berardi&Partners